© 2019 By Mauro Bastelli.

In 2

September 17, 2017

Valentino Rossi raccontando la sua storia dice che la moto è stata per lui e Graziano, suo padre, una scelta di ripiego in qualche modo obbligata: il suo, il loro sogno, era correre, correre più veloci possibile, più di tutti gli altri: correre in auto, che era ed è il suo grande sogno, costava troppo però, quindi optarono per le due ruote.

Fecero una grande scelta...

 

Quando il Tamerlano raggiunse il villaggio di Imsakursk nella Mongolia interiore si palesò il signore che aveva diritto sulle terre del luogo.

Aveva le insegne ripiegate ma non veniva con fare sottomesso.

Aveva avuto in moglie Arimanda quando lei aveva 3 anni, ma essendo un uomo giusto, non bello, ma faceto e di buon cuore, seppe conquistare la giovane; la ragazza crescendo aveva imparato ad amarlo con un sentimento forte e oieno di passione.

Lui sapeva farla sentire importante e soprattutto la faceva ridere, cosa rara per quei tempi in una coppia.

Quando avanzando giusti diritti per i suoi concittadini, il Tamerlano lo fece passare a filo di spada, Arimanda si sciolse in un pianto inconsolabile per la perdita di quell'uomo che l'aveva conquistata con gentilezza, col sorriso, con il rispetto.

Certi amori diventano grandi come il cielo anche se nascono come incidenti di percorso nella grande vicenda della vita, grandi come il lago Baikal la cui creazione la credenza popolare attribuisce proprio a quel pianto inconsolabile di Arimanda.

 

Da ragazzino sognavo sempre ed in modo ossessivo di diventare un musicista, un chitarrista per l'esattezza.

Era un sogno forte ed irrefrenabile che mi portò a studiare e passare la gran parte di quegli anni inseguendo questa visione, qualcosa di vissuto ad occhi chiusi ed insieme aperti.

Quando mi resi conto che non poteva essere altro che un grande sogno irrealizzato mi avvicinai alla fotografia ma non lasciai che quell'amore fortissimo verso la musica scemasse, ne feci anzi la mia cifra, il mio segno.

 

Fra poco inizierà un'altra stagione di quella splendida esperienza di foto e musica che è il Friday Night Blues della quale anche quest'anno avrò il piacere e l'onore di essere parte.

Ogni anno in questo periodo penso a come rendere speciale questa mia esperienza, a non lasciare che sia un passaggio banale.

A volte riesco altre meno ma non smetto mai di dare il meglio di me in questa avventura.

Vediamo cosa saprò fare quest'anno.

Intanto dedico alla musica ed alla fotografia, miei grandi amori, un passaggio a volo su questi anni vissuti con passione al Friday Night Blues...

 

 

Please reload