© 2019 By Mauro Bastelli.

Il tempo aiuta a capire. 
Il dolore fa qualcosa di simile infatti tempo e dolore spesso si incontrano nella nostra storia.
Anni fa mi innamorai della fotografia perché amavo la musica, ma allora non lo sapevo. 
Cominciai faticosamente a fotografarla.
Poi capii che scattando musica rappresentavo i musicisti. 
Realizzai che fotografandoli raccontavo la musica ma che di fatto, prima di tutto, facevo ritratti a persone.
Persone speciali mentre fanno qualcosa di speciale, di unico, che però diventa speciale anche per noi che li ascoltiamo, li osserviamo, perché loro sono nel momento di massima fragilità, massima esposizione di loro stessi. 
E se tu ti avvicini all’infinito diventi un po’ migliore ogni volta perché l’infinito si riverbererà in te.
Quando Blake sta suonando quella nota è in quella nota ed è in quella espressione che io ho inopinatamente ma volutamente colto.
Era lì dipinta sul suo viso e come dice il poeta andava solo colta, perché è come un fiore che poi potrà solo appassire. 
Io faccio questo.
Mi batto disperatamente contro il buio o scendo a patti con lui perché mi aiuti o mi permetta di cogliere quell'attimo fondamentale in cui Blake , Danny, Linda, Daniele, Lorenzo, Antonio, Francesca , Massimo, Giorgio, Riccardo, Stephanie , Vonn , Luca , Samuel , LeBurn , David ed altri , tanti altri Artisti hanno condiviso con noi un frammento del loro Infinito che ha reso loro felici e noi migliori.
Questo è il mio senso della Musica, del viverla come fosse una ragione di vita, la mia religione, visto che l'Arte ci salverà.


Grazie a tutti Voi.

Blake Franchetto

CHI SIAMO ?